..Er dojjo

Esiste a Roma n strano posto

Nd se pratica n strana Arte antica

E come nballo ma fai tanta fatica

stata creata p f nasce pensieri belli

Desse cio, prima nemici poi fratelli

T movi in cerchio poi respiri

Fino a quanno nun finisci tutti li giri

St posto frequentato dansacco d persone

N p strane ma tutte ricche danimo e bone

Ciavemo Anna e Rita

Che fanno le mamme d na vita

Poi c Alessandra ,Lucy e Valentina

Che a ogni mossa fanno n gran faticaa

Ma nun mancano l ragazzetti sbarbatelli

Alcuni tr de loro s puro fratelli

C s puro i vecchi come Gino e Renato

Che per s sempre pronti datte n mano

Ah!?! sarvognuno mero scordato c puro Marcella

Che p vedella allen

c vonno le preghiere d n Madonnella.

Poi c s np d giovani ragazzetti

Che vorebbero mettese nvista a la finestra

Ma che nun riconoscono la sinistra d la destra

Qua drentro c trovate puro li padri d famijia

Che a vedelli sud np de paura pia

E penzi cor timore e np de cattiveria

Ce la faranno arriv a domani sera ?

Per drentro st strana compagnia

T ciaritrovi come n grande famijia.

Arrivati a st punto dimola tutta

parlamo der Maestro nostro gaiardo e tosto

che certe vorte ce copre d carezze

Ma tante vorte c tratta come pezze

Ma n cosa in tantanni nun mancato mai

quello strano affetto che c lega assai

che c servito p riflette s st mondo strano

Ma che t ripaga dandote n mano.

Forse semo ancora lontani d la meta agognata

D certo avemo trovato n strada spianata

Che nun sapemo nd c porter

Ma n cosa d certo otterr

Desse pi boni e puro pi seri

Davecce s er core pieno,

ma d sentimenti veri.

 

Giorgio